Dove il mito incontra la letteratura

Sono sempre più convinto che Andrea Camilleri meriterebbe di essere insignito del premio Nobel per la Letteratura. Ne sono sempre stato convinto, ma dopo averlo visto al teatro greco di Siracusa esibirsi nella Conversazione su Tiresia sono rimasto quasi deluso che la commissione svedese non ci abbia ancora pensato. L’Italia è orfana del prestigioso premio dal 1997, anno del riconoscimento assegnato a Dario Fo. Assegnazione discutibile, ma comunque onorevole per il nostro paese e per la nostra tradizione teatrale. Camilleri è anch’egli uomo di teatro, erede diretto di Martoglio e Pirandello, ma ha scritto centinaia di romanzi in italiano e in siciliano, a differenza di Fo, e si fa portavoce, tutt’oggi da ultranovantenne, di valori importanti nella nostra società, come la giustizia e la solidarietà, che si ritrovano nei suoi testi. Ha trasformato un dialetto in una lingua letteraria, riconoscibile da tutti sia nei libri che in televisione, consacrata dalla fama del commissario Montalbano, al punto da creare parole stereotipate, ormai loci communes che sono esportati e tradotti in tutto il mondo. E questa riflessione la faccio oggi, riapprezzando lo spettacolo su Rai1, a sessant’anni di distanza dall’ultimo premio Nobel siciliano, Salvatore Quasimodo, nella speranza che il Maestro Camilleri riceva un riconoscimento doveroso per la sua carriera e per tutto quello che ha consegnato alla nostra tradizione letteraria. Chissà se un giorno i nostri figli riusciranno a studiare Camilleri sui libri di letteratura italiana. Tempo permettendo.

N. B.

Foto tratta da Mangialibri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...